Il Blog intende promuovre la partecipazione dei Soci ad una discussione su temi che riguardano l'Idrologia e l'Ambiente.
 
30/06/2018
Interessante lavoro su Science di George Allen e Tamlin Pavelsky

Global extent of rivers and streams

 

The turbulent surfaces of rivers and streams are natural hotspots of biogeochemical exchange with the atmosphere. At the global scale, the total river-atmosphere flux of trace gasses such as CO2 depends on the proportion of Earth's surface that is covered by the fluvial network, yet the total surface area of rivers and streams is poorly constrained. We used a global database of planform river hydromorphology and a statistical approach to show that global river and stream surface area at mean annual discharge is 773,000 ± 79,000 km2 (0.58 ± 0.06%) of Earth's non-glaciated land surface, an area 44 ± 15% larger than previous spatial estimates. We found that rivers and streams likely play a greater role in controlling land-atmosphere fluxes than currently represented in global carbon budgets.

 

http://science.sciencemag.org/content/early/2018/06/27/science.aat0636.full

 
 
26/06/2018
Quale sono gli approcci in SnowMelt utilizzati nei diversi modelli idrologici?

Con questa entrata nel Blog per i Soci della Società Idrològica Italiana si invita a tutta la comunità idrologica a esporre, condividere e discutere quale sono i modelli, le esperienze, le problematiche, lo stato dell'arte attuale,

quale sono le nuove fonti di dati (Remote Sensing) per forzare/calibrare e validare i modelli.

 

Si invita inaltro a condividere le pubblicazioni, Tesi di Laurea e Tesi di Dottorato o lavori professionali che riguardano alla modelistica dei processi nevosi/ghiacciai nel contesto del cambiamento climatico e la sua magnitude nelle resorse idriche

 

Sperando che questa discussione sia fruttifera per tutti si invitano i soci a fornire il loro contributo

 
 
 
19/03/2017
Challenges della ricerca sui rischi naturali

1) Quali processi controllano l'innesco di un evento calamitoso, la sua durata e intensità?

2) Quanto le osservazioni effettuate riflettono le variabili chiavi che rappresentano i processi di innesco?

3) Quali sono le risoluzioni spazio-temporale delle osservazioni affinché il processo sia identificato?